Select Page

Siamo orgogliosi di presentare i tesori inestimabili del nostro territorio.

Il più importante di loro è la gente lucana. Gente coraggiosa, tenace, forte, di buon cuore, bella, appassionata, saggia e talentuosa.

Il nostro nuovo marchio è dedicato a questa gente, in particolare ai mastri pastai della nostra terra,

I PASTAI DI MATERA.

Matera, la “città dei Sassi” è una delle città più antiche al mondo.
Nel 1993 l’UNESCO dichiara i Sassi di Matera

Patrimonio Mondiale dell’Umanità.
Un luogo unico e affascinante.

L’azienda Bugatti ha sempre voluto legare l’aggiornamento delle più moderne tecnologie al mantenimento di un profilo artigianale rimanendo anche legato al territorio di provenienza.

Quest’anno l’azienda ha voluto legare il suo nome ad una pasta davvero unica e speciale. Una pasta di categoria superiore in qualità e raffinatezza.

L’augurio dell’azienda Bugatti è che tutti possano ritrovare la professionalità e l’amore per il lavoro e i propri clienti che il nuovo settore agroalimentare di Bugatti vogliono offrire.

 

Fattincasa nasce a Stigliano, immersa tra la collina materana è il parco naturale Gallipoli-Cognato in un ambiente bello e pulito che ricorda le cose buone di una volta.

È un’azienda che usando semole selezionate di grano duro provenienti solo dalle nostre terre produce pasta secca e fresca attraverso un’attenta lavorazione.
Originalità e naturalezza sono i principi fondamentali che caratterizzano le nostre produzioni, da sempre a difesa dell’antica tradizione cerealicola lucana.

Abbiamo l’ambizione di produrre non solo pasta artigianale di ottima qualità ma di divulgare con insistenza la cultura e la gastronomia lucana in tutto il mondo.

La buona pasta nasce dalla scelta di antichi grani duri attentamente selezionati, il “Senatore Cappelli” e la “Saragolle Lucana”, varietà in grado di conferire gusto e bontà nelle nostre pregiate produzioni.

Ad accrescere le virtù di questi cereali è la molitura in loco che trasforma l’oro lucano in semola grossa che viene prontamente portata al pastificio dove ha inizio il processo di produzione.

Versata nell’impastatrice la semola viene mescolata alla sola acqua delle nostre terre in modo da ottenere un impasto spumoso ed omogeneo da cui prende vita la pasta.

Per modellare queste pregiate semole i maestri trafilai, con la loro arte e maestranza, hanno realizzando dal prezioso bronzo le trafile con cui si dà forma alla pasta.